lunghezza modello anno base cabine posti bagni prezzo

Una vacanza in barca in Corsica permette di scoprire un'isola veramente affascinante, incastonata nel Mar Tirreno, non lontana dalla costa della Toscana e separata dalla Sardegna solo dalle bocche di Bonifacio. I nostri operatori charter Corsica, che si distinguono per serietà e competenza , offrono per una crociera di una o due settimane una ampia gamma di imbarcazioni per soddisfare tutte le esigenze. Barche a vela per i puristi e coloro che amano l'ebbrezza della navigazione, catamarani per il lusso e la comodità, barche a motore e superyacht per la velocità negli spostamenti e il glamour.
Ci sono diverse basi di partenza: il capoluogo Ajaccio presenta la più vasta scelta, oppure si può optare per il delizioso porticciolo di Propriano, pochi km a sud, infine diverse barche e catamarani a noleggio sono proposti a Bonifacio, al centro dell'omonimo stretto da cui si raggiungono facilmente le destinazioni più belle della Corsica fino all'arcipelago della Maddalena in Sardegna e la Costa Smeralda.
Si arriva a Bastia in traghetto da Livorno (la tratta più breve che impiega circa 4 ore), Savona oppure Genova, mentre si giunge a Portovecchio da Piombino e Civitavecchia. Dalla Francia si arriva invece ad Ajaccio, in particolare salpando dai porti di Nizza e Marsiglia. In alternativa, ci sono voli giornalieri all'aeroporto di Ajaccio, gestiti dalle compagnie Air Corsica, Alitalia e Airfrance, mentre altri aeroporti più piccoli sono a Bastia, Calvi e Figari.
Ajaccio è la capitale della Corsica, legata al nome di Napoleone Bonaparte, che qui vide la luce nel 1769 da genitori italiani. Il futuro imperatore nacque appena un anno dopo che la Corsica venne ceduta dalla Repubblica di Genova alla Francia. Forse se fosse nato prima la storia avrebbe avuto tutto un altro corso… In città è imperdibile la sua casa natale e per gli appassionati di arte, il Palais Fesch, con una splendida raccolta di dipinti e arti decorative.
La partenza dal porto turistico consente di apprezzare quanto è montuosa l'isola e scoscese le coste; inoltre il litorale ovest è spesso e volentieri spazzato dal maestrale per cui occorre una certa perizia o quantomeno prudenza. Su questo lato si aprono alcune bellissime baie in cui si può ancorare tempo permettendo: Porto Pollo, Propriano (con il suo porto che fa da base di parenza alternativa ad Ajaccio), la piccolissima rada di Tizzano.
Continuando con rotta sud-est, si passa dalle trafficate e ventose Bocche di Bonifacio: con un'attenta navigazione si arriva all'omonima località che spicca in alto da rocciose falesie. Bonifacio è un luogo alla moda, con bar, ristoranti e movida, ma anche ottima base per raggiunger i fiori all'occhiello di questa zona. A poche miglia incontriamo l'isola Piana, poi Lavezzi, dalle acque cristalline e le formazioni rocciose, poi l'isola di Cavallo. Risalendo la costa est, il Golfo di Santa Manza e la baia di Portovecchio, uno dei gioielli da visitare della Corsica con il pittoresco centro storico . La lista potrebbe continuare, con Bastia, il famoso “dito” a nord, le superbe spiagge di Saleccia e Lotu, i Calanchi di Piana… destinazioni magnifiche in una crociera, avendo tempo a disposizione e vento permettendo. La Corsica è un concentrato di luoghi incontaminati, acque blu e cristalline, baie immerse nella macchia mediterranea, piccole ma stupende spiagge bianche e sabbiose, in un paese dalla ricchissima cultura artistica e gastronomica. Inoltre, l'entroterra, per chi vuole, nasconde dei gioielli che sembrano rubati alle Alpi: veri paesaggi alpini, laghi in quota e foreste di conifere (la vetta più alta il Monte Cinto è 2706 metri!). Per finire, una serie di borghi collinari arroccati, decorati in estate con splendide creazioni floreali, dove passeggiare per le strette viuzze e assaporare la vera cucina còrsa: Nonza, Lama, Sartene i più caratteristici dell'entroterra, mentre sulla costa da non perdere Portovecchio, Macinaggio e Centuri.
La gastronomia della Corsica riveste un capitolo a sé: grazie alla posizione e all'influsso italiano e francese, sull'isola si trovano piatti tipici e prodotti locali di una qualità e varietà unica. La charcuterie è una delle migliori al mondo, con saporiti prosciutti e salumi (spesso incrociati con carne di cinghiali), lonze e figatellu (salsiccia di fegato al vino). Poi i formaggi, vaccini o ovini, di cui il più famoso è il brocciu, una sorta di ricotta di pecora o capra spesso usato anche per condire i piatti e le focacce. La zuppa tipica còrsa è un minestrone molto denso che contiene fagioli, patate, verdure e a volte pezzi di carne. Sempre sul versante delle specialità di terra, si trova frequentemente agnello alle olive e il civet de sanglier, il cinghiale selvatico cotto in casseruola con carote, castagne, finocchio, aglio e cipolle, una sinfonia per il palato! Ma la Corsica è un'isola e quindi non potevano mancare le specialità di mare, specialmente grigliate miste con gamberi, molluschi, tonni e pesce spada e una zuppa di pesce, bouillarbasse, che può contenere fino a 5 specie diverse e viene servita con una speciale salsa a base di pangrattato, olio d'oliva, zafferano e peperoncino. Infine la castagna, alimento di origine povera e contadina introdotto dai genovesi, che viene utilizzata in mille modi: come accompagnamento nei piatti, sotto forma di frittelle di farina di castagne e addirittura la birra di castagne!
Per una vacanza di mare, villaggi e monti, Corsica in barca o catamarano è una destinazione che riserverà molte sorprese per tutti, grandi, piccini, famiglie e amici!