lunghezza modello anno base cabine posti bagni prezzo

Una vacanza in barca nella Laguna di Venezia offre una varietà insospettabile di itinerari: non solo lo splendore della Serenissima, che di per sé vale il viaggio, città unica al mondo, ma anche una serie di meravigliosi luoghi. La particolare conformazione della laguna ha permesso infatti lo sviluppo di una eccezionale flora e fauna autoctona, immersa nella natura incontaminata delle lingue di terra, dei canali, delle isolette. Queste sono da scoprire ad una ad una: in alcune si sono sviluppate centri urbani importanti, come Murano e Burano, altre adibite a usi specifici (l'isola del cimitero, quella del manicomio, quella del monastero), altre infine sono rimaste terre silenziose e desolate, sospese fra acqua e cielo, dotate di un fascino sempiterno. L'arrivo a Venezia in barca è uno spettacolo unico: l'iconico profilo del campanile di San Marco e la raffinata facciata del Palazzo Ducale lasciano a bocca aperta. Il Canale della Giudecca è molto trafficato da imbarcazioni di ogni tipo, quindi conviene ormeggiare e visitare la città a piedi (o con l'efficiente trasporto pubblico sull'acqua). I sestieri di Venezia hanno mantenuto l'antica suddivisione: San Marco, Dorsoduro, San Polo, Santa Croce, Cannaregio e Castello, che sezionano la superficie della città, che dall'alto ha la forma di un pesce con la coda rivolta verso est e la pancia a sud dove c'è Piazza San Marco.
Si visitano le suggestive calli, campi, canali, chiese e musei, le Scuole Grandi, l'Arsenale , i palazzi nobiliari, con viste indimenticabili. La tattica migliore è perdersi nel dedalo di viuzze e di fondamenta per assaporare l'autenticità e rifuggire dalla massa dei turisti. All'estremità orientale la zona di Castello, meno affollata, offre bellissimi panorami e un grande giardino (questa è l'entrata della Biennale d'arte contemporanea, la più importante rassegna mondiale che si svolge negli anni dispari)
Di fonte a San Marco si estende l'isola della Giudecca, tipico esempio di area non ancora invasa dal turismo, con molti residenti locali, chiusa ad ovest dalla mole del neogotico mulino Stucky, recentemente ristrutturato per residenze private e un hotel.
Accanto alla Giudecca, la minuscola e suggestiva isola di San Giorgio, dominata dalla palladiana basilica omonima, che fa da contrappunto al profilo di San Marco sull'altro lato.
Uscendo dalla Serenissima, incontriamo Murano a poca distanza, che è una Venezia in piccolo. Qui la presenza delle attività artigiane è preponderante, soprattutto la lavorazione del vetro soffiato che ha una qualità riconosciuta nel mondo. E' straordinario il museo del vetro, che ripercorre la storia di esso dai romani ai nostri giorni , con una ricchissima esposizione di manufatti e oggetti preziosissimi. Non lontano l'Isola della Certosa e Sant'Erasmo, considerata l'orto di Venezia.
Con rotta nord, possiamo arrivare a Burano, piccolo borgo fiabesco sull'acqua, dalle pittoresche case variopinte. Con ogni clima e luce, il contrasto fra i colori degli edifici, le acque e il cielo, rende la visita indimenticabile. Non lontano, Torcello, una piccola isola pressoché disabitata. Nel suggestivo silenzio della natura, si erge il complesso storico medievale, una volta rigoglioso e vivace, costituito dalla Basilica di Santa Maria, i resti del Battistero e la chiesa di Santa Fosca.
La parte sud della laguna offre una vasta distesa di acque comprese fra la terra e le lunghe e strette isole del Lido e di Pellestrina, a costituire una barriera rispetto al mare. La prima è il luogo glamour per eccellenza soprattutto a inizio settembre con la Mostra del Cinema. Lido ha un centro moderno, negozi e locali e una lunghissima spiaggia dorata sul lato del mare. Pellestrina invece ha una natura più rurale: sembra tornare indietro nel tempo quando vediamo le signore sedute alla finestra e ricamare merletti. Le case sono rivolte verso la laguna e i pescherecci stazionano sui pontili. La visita nelle acqua interne in questa zona comprende l'isola degli Armeni, una minuscola terra emersa occupata interamente dal complesso del monastero e del suo giardino: è uno dei centri più importanti in Europa per la cultura armena. Infine San Servolo: l'isola dove venivano reclusi i malati di mente, oggi un interessante meta per una passeggiata e una visita al museo del manicomio.
Venezia e la sua laguna in barca è un'emozione continua: sul nostro sito tante proposte per barca a vela, catamarani e barche a motore. Non esitare a contattarci per ulteriori informazioni!