lunghezza modello anno base cabine posti bagni prezzo

Se scegliete noleggio barca a vela Corsica avrete a disposizione una ottima imbarcazione per navigare e visitare questo gioiello incastonato nel Mediterraneo. La Corsica è un'isola montuosa che offre una varietà incredibile di scenari naturalistici e marini. Ajaccio, la moderna capitale di circa 70mila abitanti, ha una piccola cittadella antica e sorge in mezzo al golfo omonimo. È celebre per aver dato i natali a Napoleone Bonaparte, di cui si può visitare la casa natale (unico museo Nazionale della Corsica) e la cattedrale in cui venne battezzato. Ajaccio è una delle basi di partenza della crociera Corsica in barca a vela, assieme a Propriano e Bonifacio. L'uscita dal porto turistico mette subito alla prova il velista con le condizioni tipiche dell'isola: la costa occidentale è spesso sferzata dal maestrale, rendendo la navigazione emozionante ma appropriata solo per i diportisti esperti. La capitale si trova nella parte sud-ovest dell'isola ed è quindi il senso antiorario la scelta naturale di una crociera che voglia percorrerne il periplo. In ogni caso, anche in una vacanza più rilassata che non preveda lunghe navigazioni, le destinazioni top non sono lontane da Ajaccio, essendo prevalentemente localizzate sul frastagliato litorale occidentale, a sud lungo le Bocche di Bonifacio e nell'estremità sud-orientale.
Il golfo della capitale è molto vasto, all'interno del quale si aprono una serie di altre baie minori. All'estremità nord di esso, fa sfoggio di sé l'arcipelago delle Sanguinarie, isolotti selvaggi che formano quasi un cordone d'entrata: attorno alla principale, la Grande Sanguinare ci sono diversi posti propizi all'ancoraggio.
E siamo finalmente rotta sud-est per navigare in questo splendido mare verso le più belle destinazioni. La costa è alta, rocciosa e ricca di insenature e golfi: dopo poche miglia incontriamo Propriano, una piacevole piccola località turistica con un bel marina. Durante i secoli la vocazione di questo luogo è stato il commercio fra le varie popolazioni che incrociavano il Mediterraneo. Tuttavia poco rimane della vecchia città in quanto l'attuale è prettamente ricostruita nell'Ottocento. Una sosta è comunque piacevole: il porto dispone di 500 posti, di cui 100 per il passaggio, comunque necessari nell'affollata stagione estiva. Ricordiamo inoltre che Propriano è il porto di partenza alternativo ad Ajaccio. Si possono visitare due affascinanti luoghi a poca distanza: il sito preistorico di Filitosa, con menhir che risalgono a 8 millenni fa e il paesino arroccato sulle colline di Sartene, uno dei più bei borghi medievali còrsi, dalle stradine acciottolate e le decorazioni floreali alle finestre. Proseguendo verso le Bocche di Bonifacio, la costa continua rettilinea ma inframmezzata da numerose insenature: Roccapina con una paradisiaca spiaggia, l'Ansa di Cupertino e soprattutto Figari. Il piccolo villaggio, con porto turistico, sorge all'interno di una rada lunga e stretta, quasi un fiordo, che crea uno scenario pittoresco e consente un buon riparo in caso di forte maestrale.
Ed eccoci a Bonifacio, località storica e vivace, che torreggia dall'alto delle bianche falesie. Dotata di un porto funzionale sebbene non grande, è la terza base di partenza della vacanza in barca e vela Corsica. Una base ideale per coloro che vogliono privilegiare la visita delle isole Lavezzi e Cavallo, l'arcipelago della Maddalena e magari fare una puntata in Costa Smeralda. A circa 4 miglia marine da Bonifacio si arriva alla Punta Sperono, doppiata la quale siamo ormai sulla parte orientale dell'isola: di fronte si apre un maestoso paesaggio fatto di isolette rocciose immerse nel mare più blu che si possa immaginare. A pochi metri dalla costa la minuscola isola Piana: possiamo ancorare addirittura nei pressi del litorale per poi raggiungere l'isola camminando con l'acqua al ginocchio nello stretto braccio di mare che la separa dalla costa. Poco più al largo, le straordinarie Cavallo (semiprivata) e Lavezzi, con i loro giardini di granito che disegnano pazzi arabeschi. Troverete diverse calette dove ancorare, in compagnia di molte altre imbarcazione, per godere della purezza delle acque e della suggestione del paesaggio incontaminato. Risalendo la costa a nord, un'altro gioiello prima di giungere a Portovecchio: la baia a mezzaluna di Rondinara, perfetta per un bagno nelle acque cristalline e un po' relax sulla bianca spiaggia sabbiosa.
Porto Vecchio è una bella e vivace cittadina di origine medievale, con un notevole porto turistico all'interno di un vasto golfo molto riparato. Si può sostare per rifocillarsi e visitare il centro storico, con ristoranti tipici e cocktail-bar. Questa è l'ultima località da raggiungere in caso di vacanza breve, per poi far ritorno alla base di Ajaccio; in alternativa,avendo tempo e voglia di navigare a lungo, si può continuare rotta nord per completare il periplo. Bastia si trova infatti a circa 60 mm a nord, al termine di una lunga striscia di costa prettamente piana e sabbiosa. La città è molto pittoresca, nei suoi saliscendi, con un gusto architettonico che combina lo stile genovese con quello francese. Poi il famoso dito, una lunga e stretta penisola montagnosa che offre diversi approdi come Santa Severa e Macinaggio sulla costa est. Doppiato lo scoglio della Giraglia, boa di ritorno della famosa regata, il sostenuto maestrale ci segnala che da ora in poi la navigazione richiede mani esperte. Questa parte della Corsica offre paesaggi e luoghi bellissimi: la piccola baia di Aliso, silenziosa immersa nel verde, la rada di Mortella e le celeberrime spiagge quasi caraibiche di Saleccia e Lotu. Non sono lontani i porti di Saint-Florent, con il suo pittoresco villaggio e Calvi, più a sud, grande cittadina al centro di una ampio golfo.
Infine, poco prima di Ajaccio, incontriamo la baia di Porto, con un minuscolo paesino che prelude ai Calanchi di Piana, un incredibile sistema di concrezioni granitiche diventato patrimonio Unesco nel 1983. Le rocce, a 400 metri a picco sul mare, assumono tonalità diverse durante la giornata, fino ad assumere una colorazione rosa al tramonto. La crociera in barca a vela Corsica è come abbiamo visto un susseguirsi di emozioni: mare stupendo dove navigare con un bel vento, baie e isolotti selvaggi, villaggi tipici. Gastronomia di alto livello, arte e storia, divertimenti e shopping. E l'entroterra riserva un'altra sorpresa: il Monte Cinto, di 2708 metri di altezza è solo la più alta vetta un sistema montuoso che copre buona parte dell'isola e non ha niente da invidiare alle Alpi. In una giornata si può comodamente salire in quota e scegliere un percorso trekking, della rete dei 1500 km. Ce ne sono di tutte le difficoltà, anche abbastanza semplici, soprattutto nella zona del Parco Naturale che permettono di percorrere foreste di abeti e larici, paesaggi rocciosi e laghi in quota di aspetto alpino.