lunghezza modello anno base cabine posti bagni prezzo

Crociera alle Seychelles, per una vacanza da sogno in uno dei luoghi più belli del mondo. Questo arcipelago conosciuto soprattutto per nome, ma dalla localizzazione remota, si trova nell'Oceano Indiano a circa 1500 km dalle coste dell'Africa orientale, a nord-est del Madagascar. È formato da 115 isole, suddivise in quelle centrali, di origine granitica e dalla vegetazione lussureggiante, e quelle più esterne, invece di origine corallifera, che sono molto piccole (alcune veri e propri atolli), piatte e rotonde. La popolazione non raggiunge i 100.000 abitanti, dei quali il 90% sull'isola principale Mahé (che non raggiunge le dimensioni dell'Isola d'Elba, per avere un raffronto), dove si trova anche la capitale Vittoria. Questa cittadina è una vera e propria capitale in miniatura di uno stato che ha ottenuto l'indipendenza dal Regno Unito nel 1976, con l'Aeroporto Internazionale, il palazzo presidenziale, i ministeri, e perfino una riproduzione (molto in scala!) del Big Ben londinese in una delle piazza centrali. La crociera catamarano Seychelles parte proprio dal porto turistico di Mahé, mentre in alternativa si può optare per Praslin, la seconda isola per dimensioni, a circa 43 miglia nautiche. Quest'ultima è invece vicinissima a La Digue, che si caratterizza per le stupende spiagge deserte immerse in una natura selvaggia. Queste tre isole costituiscono il nucleo centrale di un arcipelago molto vasto, che si estende a raggiera per molte decine di miglia.
Fu proprio la posizione defilata rispetto alle rotte commerciali, e l'assenza di risorse naturali a scoraggiare l'interesse da parte delle grandi potenze nei secoli in cui altre isole tropicali godettero di fama e successo (e furono teatro di battaglie). Furono sì scoperte agli albori delle esplorazioni, nel 1502 da Vasco da Gama, ma praticamente ignorate per due secoli e mezzo fungendo solo da tappa estemporanea delle compagnie europee durante le rotte commerciali da e verso le indie, sebbene sfidando i pericoli di assalto: in quei secoli si trasformarono infatti in basi di pirati. Nel 1754 il governo francese, che possedeva già le vicine colonie di Mauritius e Reunion, decise di prenderne possesso (e presumibilmente non trovò ostacolo) e di impiantare quelle coltivazioni che avrebbero permesso il loro sviluppo economico: pepe, cannella, chiodi di garofano, noce moscata. Da allora, le Seychelles ebbero una storia simile a tutte le isole tropicali; proprietari di piantagioni che si arricchivano sfruttando gli schiavi, aumento del traffico navale, contese fra potenze europee; l'espansione sollevò l'interesse della Gran Bretagna, che conquistò l'arcipelago nel 1810, assieme alle Mauritius alle spese della Francia.
Tuttavia l'arrivo dei nuovi colonizzatori segnò un declino delle sorti economiche: l'abolizione della schiavitù determinò la fuga dei proprietari terrieri e nella seconda metà del secolo le Seychelles furono praticamente ignorate dalla madre patria. Questo atteggiamento spiega perché l'arcipelago non ha visto, fino a buona parte del XX secolo, una forte antropizzazione, una crescita nella popolazione, una politica di forti investimenti, un boom economico, a differenza delle isole caraibiche. Di contro, ha permesso che i pochi villaggi autentici venissero conservati, assieme ad una natura praticamente vergine, con molte specie endemiche di fauna e di flora rimaste originali. Un viaggio alle Seychelles in catamarano è quindi rivolto a coloro che vogliono assaporare il mare e la natura più intatta: andare alla scoperta di spiagge paradisiache circondate dalla vegetazione; fare nuotate e snorkeling in un'acqua trasparente o turchese, vedere pesci multicolori e tartarughe giganti; navigare in tranquillità attorno alle tre isole maggiori e verso gli isolotti selvaggi a breve distanza.
Si parte da Mahé, dalla piacevole città di Vittoria, circondata dal colline, considerata una delle capitali più piccole del mondo. Da non perdere il giardino botanico, il variopinto mercato del pesce e il museo nazionale di storia. Si parte finalmente per la navigazione in catamarano. I nostri operatori Seychelles, di base a Mahé e Praslin hanno un catalogo di circa 50 catamarani. Molti sono modelli di quest'anno, per fare un esempio il noleggio di un Bali 4.1 del 2020 con 3 cabine super lusso per 6 persone costa circa 4700 € per una settimana fra marzo e aprile. Dotato di wc elettrico, pannelli solari, inverter, freezer e barbecue. A bordo vi sono molte attrezzature per attività acquatiche e sportive, inoltre con un piccolo sovrapprezzo si può avere lo skipper, la hostess e addirittura il cuoco! Preparatevi per aperitivi e cocktail e deliziose cenette a base di pesce freschissimo, in una baia da sogno al tramonto!
Mahé è praticamente circondata da spiagge, si tratta solo di navigare e scoprirle: Anse Soleil, Sunset Beach, Anse l'Islette, e molte altre. Non lontano, il parco marino protetto di St.Anne Marine Park che comprende sei isolette in uno scenario incomparabile. Poi, con poco più di 40 miglia marina di navigazione, raggiungete Praslin, la seconda isola e con la vicina La Digue. Qui, potrete fermarvi alla spiaggia che è diventata un simbolo delle Seychelles: Anse Source d'Argent, un idillio che è difficilmente descrivibile. A Praslin, vedrete una specie di cocco endemico unico al mondo, le coc de mer, e potrete visitare il parco nazionale (patrimonio Unesco) nell'interno. Da Praslin potrete effettuare delle escursioni giornaliere all'isolotto granitico di St.Pierre e a La Curieuse, isola affascinante che una volta ospitava un lebbrosario e oggi invece una colonia di cento tartarughe giganti che non è difficile incontrare mentre si sta nuotando! Per concludere, le Seychelles sono un paradiso in terra, da visitare ed esplorare in barca o in catamarano e i nostri charter a Mahé e Preslin offrono un'accoglienza e un'assistenza top per far sì che il vostro sogno diventi realtà.