Itinerari in barca

Barca a vela in Sardegna: nord o sud, quale scegliere?

Una vacanza in barca a vela in Sardegna è il modo migliore per esplorare uno tra i mari più belli al mondo. Alcune caratteristiche di questa regione sono comuni a tutta l’isola: acque limpide, spiagge spettacolari e profumo di macchia mediterranea che sospinto dal vento arriva fino in rada. Ma la Sardegna è un’isola molto estesa, e il profilo delle sue coste offre panorami e caratteristiche che variano da Nord a Sud.

Sardegna del Nord in barca: le spiagge più amate, anche dai VIP

La bellezza delle isole che punteggiano la costa hanno reso la Sardegna del Nord una meta da vedere almeno una volta nella vita. Alla baie scolpite nel granito si aggiungono le cittadine glamour frequentate da personaggi famosi e i piccoli porti ricchi di vita, negozi e musica che rallegra le serate estive. Per i velisti questa zona è perfetta: qualsiasi sia la direzione del vento ci sarà sempre, a breve distanza, una cala riparata dove gettare l’ancora. 

Noleggio barche in Sardegna

Costa Smeralda

È famosa in tutto il mondo per i colori delle sue acque, i porti frequentati dagli yacht dei VIP e le ville affacciate sul mare. Esplorandola in barca potrai decidere quando immergerti nella movida di Porto Cervo o Porto Rotondo e quando rifugiarti in una rada protetta dal vento e dai vacanzieri, per goderti in tranquillità il mare turchese e i promontori rocciosi. Lungo la rotta tra i porti più conosciuti della costa Smeralda troverai decine di spiagge dove la sabbia dorata esalta il verde delle siepi di mirto e dei ginepri piegati dal maestrale. 

Da non perdere: spiaggia di Capriccioli per un tuffo al mattino, prima che si riempia di turisti: acque limpide, fondali bassi e profumi della pineta. 

Cala Capriccioli, Costa Smeralda in Sardegna

Arcipelago della Maddalena (e Bonifacio)

L’arcipelago della Maddalena è composto da decine di isole e scogli che non hanno nulla da invidiare alla costa caraibica. Spiagge bianche, baie accoglienti e ridossi riparati: il paradiso dei marinai. Questa zona è perfetta per una vacanza in barca perché fa felici sia gli amanti della navigazione, grazie al costante soffio del maestrale, sia chi desidera ogni giorno una spiaggia diversa per fare snorkeling. Chi naviga in queste acque spesso veleggia anche verso il sud della Corsica per una tappa alla spiaggia di Rondinara o fino alla stupenda città di Bonifacio affacciata sulla scogliera.

Da non perdere: Cala Coticcio, una piscina naturale, nella parte nord-orientale di Caprera, conosciuta anche con il nome di ‘Tahiti’ per i colori del mare e le rocce rosate levigate dal vento.

Cala Coticcio tra le migliori spiagge della Sardegna del Nord.

Da Palau ad Alghero

Un’altra splendida rotta per esplorare la Sardegna del Nord in barca, confidando nella clemenza del Maestrale, è l’itinerario che da Palau porta ad Alghero. Per risalire le Bocche di Bonifacio e raggiungere l’isola dell’Asinara occorre chiedere permesso al vento, ma una volta doppiato Capo Falcone si può iniziare a scendere lungo la costa, fino al Parco Naturale di Porto Conte. I fondali sotto la maestosa scogliera di Capo Caccia sono ricchi di vita grazie all’area marina protetta. E alla fine Alghero: con il suo porto incastonato nelle mura della città vecchia e tanti ristoranti da provare lungo le strette vie del centro. 

Da non perdere:  una notte in rada a La Pelosa sotto lo sguardo vigile delle torri spagnole sulla costa, cullati dalle stesse acque dove pirati e mercanti hanno navigato secoli fa.

Noleggio barche in Sardegna del nord

Sardegna del Sud in barca: il lato più selvaggio dell’isola

La Sardegna meridionale offre panorami più selvaggi e coste meno affollate. Le sfumature blu del mare continuano a incantare, mentre la costa si tinge di verde. Può capitare di dare ancora in una baia silenziosa anche in piena stagione turistica e non è raro trovare gruppi di mucche che si spingono a placide fino in spiaggia. Le antiche torri costiere testimoniano l’antico dominio spagnolo sulla zona e tracciano il profilo delle fortezze a picco sull’acqua. 

Carloforte e la costa sud ovest

L’isola di San Pietro spicca con le sue scogliere vertiginose e nasconde insenature bagnate da un mare limpido e ricco di vita. Per una pausa a terra c’è la bellissima Carloforte con un porto ben riparato dai venti dominanti: Maestrale, Libeccio e Scirocco. Non si può passare da qui senza scendere a terra e passeggiare tra le casette color pastello e le bancarelle di pecorino sardo, tonno fresco e artigianato in sughero. A poche miglia l’isola di Sant’Antioco, con splendide spiagge a sud dell’isola (ben rimparate dal maestrale) e un delizioso borgo di mare, con case colorate, ristoranti e negozi di artigianato. 

Da non perdere: la splendida insenatura La Conca tra i due faraglioni detti Le Colonne, fondale roccioso e acqua​ profonda ideale per gli amanti dei tuffi.

Noleggio barche in Sardegna del sud

Tra Porto Pino e Cagliari

Questa navigazione è l’ideale per chi cerca relax e pace. È perfetta per una vacanza tranquilla fatta di notti in rada e bagni mattutini. Spiagge da sogno come Porto Pino con le bianche dune di sabbia, Porto Zafferano, un area militare, con le mucche che verso sera passeggiano lungo la spiaggia e Porto Scudo con la torre sul promontorio.

Segue Capo Malfatano, dominato dalla Torre Spagnola, offre insenature davvero scenografiche e, per chi vuole incamminarsi fino alla Torre Spagnola, anche una panoramica vista d’insieme della costa sud. Poco distante da lì, la spiaggia di Tuerredda è l’immagine iconica di questa zona: oltre mezzo chilometro di sabbia soffice che porta alla mente immagini caraibiche.

Questa tratto di costa offre interessanti visite a terra, tra siti storici e parchi naturali dove nidificano i fenicotteri rosa. 

Si prosegue poi verso la spiaggia di Chia e il golfo di Pula, fino a Cagliari, cuore pulsante della regione affacciato sul mare, ricco di storia e di tradizioni da conoscere tra le strette vie del centro. 

Da non perdere: la lunga spiaggia di Su Giudeu, circondata da dune punteggiate di ginepri e l’isolotto di Su Giudeu, raggiungibile a nuoto o, con la bassa marea, anche a piedi; visitare larea archeologica di Nora, significa passeggiare tra i resti di un’antica città prima fenicia, poi cartaginese, infine romana, senza mai perdere di vista il mare. 

Costa e spiagge della Sardegna meridionale

Non c’è un itinerario migliore dell’altro, molto dipende dalla stagione e da qual è il tuo ideale di vacanza. Un pizzico di festa e movida non guasta? O preferisci la calma e il silenzio? È la tua prima volta in Sardegna o hai già visto le mete classiche e ora cerchi qualche tappa meno battuta? Se ti serve un consiglio scrivici. Troveremo la rotta e la barca giusta per la tua prossima vacanza in Sardegna. 

    No Comments

      Leave a Reply